lunedì 12 ottobre 2015

Lo stagista inaspettato



Ti invitano alla prima cinematografica de Lo stagista Inaspettato con Rober DeNiro e  Anne Hathaway.
Tu pensi...non me lo posso perdere e poi è un'ottima scusa per evadere dalla routine di mamma koala per almeno 2 ore buone e ditemi se è poco ;)
Ma senza divagare sulla mammitudine sarei qui per parlarvi del film in oggetto ;)


Fa ridere, fa piangere, fa commuovere e fa riflettere
All'apparenza sembrerebbe la classica commedia americana, ma così non è perchè a dirigere c'è Nancy Meyers, regista e produttrice di sofisticate commedie romantiche. La pellicola parte in quarta, risate a crepapelle si sentono in sala e noi non siamo da meno.
Spazzati via gli stereotipi che si pensa vengano trattati, va in scena l'incontro tra vecchia e nuova generazione in maniera originale e leggera.
Robert DeNiro / Ben Whitaker è un arzillo e simpaticissimo settantenne che partecipa e viene scelto come stagista di Anne Hathaway / Jules Ostin fondatrice dell'azienda  About the Fit ( e commerce di abiti ).
Ben dovrà imparare a gestire i nuovi strumenti tecnologici con il quale ormai tutti viviamo, smatphone, pc ...
Fa capire come una persona matura possa offrire ancora molto alla società e questo dà una bella lezione di vita a tutti quelli che pensano il contrario.
D'altro canto la giovane Jules, emotiva, fragile ma allo stesso tempo forte come un toro adempie al suo lavoro alla vecchia maniera, andando direttamente in fabbrica a far vedere come si piegano e si impacchettano i capi da spedire alle sue dipendenti. All'inizio viene immediato il paragone con "Il Diavolo veste Prada" ma l'umanità che emerge in "Lo stagista inaspettato" nulla ha a che vedere con la figura ricoperta da Meryl Streep.
Il film porta alla risata spontanea e non è cosa da poco, il mix di ironia e sentimentalismo conquista,
la fotografia e la colonna sonora sono ineccepibili e fanno innamorare ancora una volta il pubblico di New York
Chapeu alla regista che riesce a dare rilievo anche a personaggi all'apparenza minori ma indispensabili alla buona riuscita del film.
Commedia brillante ma dotata di profondità per i temi trattati, senza impegnare troppo.
Il tocco vincente della Meyers? aver scelto come sede di lavoro dei protagonisti un e-commerce di moda, segno di innovazione non da poco.
La cura dell'abbigliamento di Anne Hathaway nel film? elegante senza sforzo, radical chic, si potrebbe definire una Katherine Hepburn post-punk senza far dimenticare che è una mamma di una bimba di 5 anni,  che non rinuncia alla moda, ma la stessa deve essere comoda e funzionale al suo doppio ruolo di donna in carriera e madre.
Voto complessivo al film? 8 e mezzo ! Decisamente da vedere ;)


Share:

2 commenti

  1. I wanna watch this!

    www.bstylevoyage.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Sono arrivata fino ad un certo punto perché avevo paura che svelassi come va a finire perché vorrei andare a vederlo anche io.
    Lui è un grande e lei è bella e brava.
    Un bacio e buon inizio di settimana,
    Eni

    Eniwhere Fashion
    Eniwhere Fashion Facebook

    RispondiElimina

© PursesintheKitchen Blog by Carola Disiot | All rights reserved.
Blogger Template by pipdig