martedì 7 febbraio 2017

E ciabattar m'è dolce in questo mar...




Poteva essere il colpo di testa di una casa di moda grossa come il mondo. Poteva trattarsi di una moda passeggera, durevole una stagione. Quello ticchettio sui marciapiedi poteva tornare ad essere la marcia di un paio di Louboutin dal tacco impossibile. E invece no.
La ciabatta torna prepotente questo inverno e, ancora di più, l'estate prossima! Se è stato Gucci, con la sua versione impreziosita da Morbido zibellino, a sdoganare la scarpetta da camera preferita da Hugh Hefner, portandola in passerella, la risposta dei brand Low Cost non è tardata ad arrivare. Il classico mocassino aperto sul tallone adesso è facilmente reperibile nella larga distribuzione, da Zara ad Asos, da H&M a Cinti!
Il ticchettio sui marciapiedi non sarà più accostato ad un dolore lancinante alla pianta del piede ma allo sciabattare incessante delle fashion victim più accanite! Ci piace questo trend? Ma ovvio che si! Pur trovando queste calzature orrende ormai mi aspetto di vederle ai piedi di tutte, anzi proprio di tutti, in ogni variante di colore e fantasia. Quasi lo pretendo!







E per l'estate? L'anno scorso Adidas, con la sua iconica ciabatta da piscina, ha dato libero sfogo al turista tedesco che c'è in ognuno di noi, uscendo dagli ambienti odoranti di cloro e portandole per strada, sui marciapiedi, sotto i monumenti! Quest'anno la risposta è stata unanime: tutti ne hanno proposto una versione in plastica o in pelle impreziosita. Le mie preferite? Quelle di Supreme, ovvio! E quindi non ci resta che ciabattare: almeno siamo comodi!


Share:

2 commenti

  1. Certo ce le facciamo piacere, ma preferisco sicuramente le Supreme.

    RispondiElimina
  2. Il bicchiere mezzo pieno è la comodità. Quello mezzo vuoto è la bruttezza. Dobbiamo decidere verso dove fare rotta. Abbiamo i piedini talmente stressati dai tacchi alti che accettiamo persino di finire per ciabattare. Però io mi chiedo se non ci sia una via di mezzo. Se proprio è giusto che non la rivendichino le stangone da 1,75 in su, chi ha la mia risibile statura (160 arrotondati per eccesso) non può non pensare almeno a un compromesso. Una volta c’erano delle belle ciabattine minimal ma con almeno un accenno di tacchetto, 4-5 cm, magari a spillo, che davano un pizzico di slancio e di femminilità. Proprio chiusa quest’epoca? O tacco 12 o ciabattare?
    Scoiattolina

    RispondiElimina

© PursesintheKitchen Blog by Carola Disiot | All rights reserved.
Blogger Template by pipdig