lunedì 25 luglio 2016

La torta di pasta alla Norma




  • La torta di pasta alla Norma

    INGREDIENTI

    4 Melanzane di media grandezza (Che con la melanzana vale il detto 'meglio in più che in meno') 500 gr di Pasta lunga (Due persone affamate e vi rimane pure il pranzo per l'indomani) 2 mozzarelle (Anche tre, se le trovate in offerta) Parmigiano grattugiato Q.B. (Che con il parmigiano non si lesina) Sugo di pomodoro (Pronto che non siete mica mia suocera per la quale era il demonio fatto bottiglietta)

    PROCEDIMENTO

    Tagliate le melanzane in fettine non troppo sottili ma nemmeno troppo spesse, ponetele in uno scolapasta e salatele per far perdere l'acqua. Sciacquate le melanzane e tamponate con un po' di carta. In una padella ampia come la piscina di Rio 2016 riscaldate abbondante olio di semi (non si frigge mai in olio d'oliva che ha un punto di fusione troppo basso per sopportare una cottura così lunga) e tuffate dentro le suddette melanzane come giovani Tania Cagnotto. L'odore di fritto vi accompagnerà fino a sera quando, una volta a letto, più che Marylin con due gocce di Chanel N.5, vi sentirete come la zia Tina della friggitoria all'angolo. In una pentola a parte cucinate la pasta lunga, scolatela (solo quando é cotta, eh...) e conditela con il sughino di pomodoro. Prendete una tortiera a cerniera e disponete sul fondo uno spesso strato di melanzana fritta. Andateci giù pesante che tanto la prova costume per quest'anno non l'avete passata. Spolverate di parmigiano e disponete il primo strato di pasta. Imbiancate di mozzarella come neve sulle Dolomiti e ricoprite con altre fettine di melanzana fritta. Ripetere tutti i passaggi fino al bordo della tortiera. O anche oltre, se siete di Pisa. In forno caldo a 200 gradi per 15 minuti e poi 5 minuti di grill. Aspettate qualche minuto prima di sfornare e bon apetit.



Articolo a cura di Roberta Calcagno Lanza


Share:

1 commento

© PursesintheKitchen Blog by Carola Disiot | All rights reserved.
Blogger Template by pipdig