lunedì 9 ottobre 2017

Mamma guarda come cresco con Chicco In Progress


Sono mamma da poco più di 2 anni di un'adorabile peste travestita da angelo, con mille boccoli che le incorniciano il viso e due occhi blu che ogni volta la guardo mi trafigge il cuore.
Un piccolo tornado che si è impossessata del mio cuore e della mia vita e qui il detto che 
"decidere di avere un figlio è decidere di avere per sempre il proprio cuore in giro al di fuori del proprio corpo" è proprio vero! Soprattutto questo cuore ha un sobbalzo ogni qualvolta la vedo correre e sfrecciare verso il mondo.
Da quando è nata mi sono sempre divertita a comprare tutto il necessario per lei, dall'abbigliamento alle scarpine e qui parte il tasto dolente perché io, come credo tutte le mamme del mondo, spesso mi lascio affascinare dalla scarpetta alla moda a discapito della sua fattura.
Scelta, invece, importantissima soprattutto per i loro primi passi, ma non solo!
Si sa che i bambini quando iniziano a camminare sono incerti e goffi, quindi la scarpina è fondamentale e può diventare anche un valido alleato  come è stato per me la linea Chicco Imparo . Le scarpine Chicco Imparo hanno la suola a spessori differenziati, progettata per guidare i movimenti del piedino durante il passo e aiutare, così, il bambino ad apprendere il corretto movimento della camminata. Praticamente un personal trainer del piedino ;)
Gli spessori differenziati della suola offrono al bambino gli stimoli giusti per guidare il corretto movimento del piedino: dalla parte esterna del tallone fino alla punta dell’alluce.



è quindi con piacere che ho scoperto della nuova linea di scarpine Chicco In Progress, la naturale evoluzione della linea Imparo, realizzata sempre in collaborazione con il dottor Mauro Testa esperto in biomeccanica, dedicata al bambino dai 2 anni in poi, per guidare i movimenti sempre più evoluti del piedino  e a favorire i suoi progressi motori.
Oltre alla suola con spessori differenziati, la scarpina Chicco In Progress ha uno speciale supporto ha uno speciale supporto nella zona del tallone che consente il controllo della zona astragalica, cioè della zona corrispondente al tallone, per evitare scivolamenti laterali interni o esterni che possono portare a atteggiamenti posturali errati.
La mia bambina, come tutti gli altri bambini della sua età, sono tendenzialmente in grado di camminare in maniera spedita e correre, esprimendo così tutta la loro ehm chiamiamola esuberanza infantile ;) e questa scarpina è in grado di supportarla e, soprattutto, sopportarla!


La linea Chicco Imparo arrivava fino al nr 23, la nuova linea Chicco In Progress è invece ideale per i nostri duenni perché ha numeri dal 24 al 32.




Questa linea di scarpe, come tutte le scarpine Chicco, ha anche un sottopiede per stimolare la formazione dell'arco plantare equi fughiamo e sfatiamo dei miti come quello del piede piatto, che fino ai 4 anni è assolutamente fisiologico. “Nei primi quattro anni di vita – afferma Mauro Testa - il piedino è fisiologicamente
piatto, durante l’esercizio del camminare su superfici irregolari riceve le corrette
stimolazioni che favoriscono lo sviluppo della muscolatura e portano gradualmente alla
formazione dell’arco plantare”



E’, quindi, importante che le superfici su cui appoggia il piedino siano irregolari, per
stimolarne costantemente la pianta. Per questo motivo è importante far camminare scalzi i propri bimbi, quando possibile e in ambiente protetto…. Per quando, invece, è necessario indossare le scarpine ci pensa il l Sottopiede ‘Impronta Naturale’ Chicco  che, con morbidi rilievi stimola delicatamente la pianta del piedino, sollecitando
la muscolatura e assecondando il naturale sviluppo dell’arco plantare.


Quindi direte voi dopo tutta sta pappardella cosa devo o non devo fare????
Vi riporto  alcuni consigli degli esperti per i piedini dei vostri figli.


DA FARE
1. Far camminare il bambino a piedi nudi su superfici irregolari. La stimolazione
favorisce la formazione dell’arco plantare.
2. Preferire scarpine con suole leggere e flessibili, che facilitino il passo senza
affaticare la muscolatura.
3. Scegliere una scarpina leggermente alta posteriormente per aiutare il bambino
nella fase dei primi passi.
4. Lasciare traspirare il piedino scegliendo scarpe con rivestimento interno in
materiali naturali.
5. Verificare periodicamente la crescita del piedino sostituendo la scarpina quando
necessario.
6. Far indossare al bambino le calze quando utilizza scarpe chiuse.


DA NON FARE
1. NON Utilizzare, senza prescrizione pediatrica, plantari di sostegno o sottopiedi
anatomici prima della completa formazione dell’arco plantare
2. NON Scegliere scarpe che costringano o irrigidiscano il piede del bambino,
soprattutto nella parte anteriore
3. NON Acquistare scarpine troppo grandi, che potrebbero creare abrasioni a causa
dello strofinamento del piede
4. NON Far indossare al bambino scarpine usate, che potrebbero indurlo ad assumere
una postura scorretta.
5. NON Mettere le scarpe in lavatrice, perché i materiali si deteriorano durante il
lavaggio.

Share:

Nessun commento

Posta un commento

© PursesintheKitchen Blog by Carola Disiot | All rights reserved.
Blogger Template by pipdig