domenica 27 maggio 2018

La Baviera con i Bambini



La Baviera  è una regione ad alta vocazione turistica, non solo grazie a quel mix di storia, arte, cultura e natura che regalano ai visitatori tante località da attraversare, ma soprattutto per l’accoglienza e l’ospitalità dei suoi abitanti.
La Baviera è la destinazione perfetta anche per una vacanza in famiglia all’insegna della scoperta e del divertimento, cosa non perdere in viaggio con i bambini nella Germania del sud ?
La visita ai castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau, residenze del Re Ludwig II e tra le mete turistiche più visitate di Baviera.








Il romantico castello di Neuschwanstein Principi e principesse in viaggio in Baviera con mamma e papà vorranno certamente visitare il castello di Neuschwanstein, nei pressi di Füssen, il maniero da favola presso la località di Schwangau, nella cosiddetta Contea del Cigno.
D’estate migliaia di persone, raggiungono ogni giorno il castello di re Ludwig II di Baviera (il cugino di Sissi): un romantico palazzo ispirato all’epoca medievale.

Potete raggiungere il castello a piedi o su una carrozza trainata da cavalli, la nostra principessa ha scelto questa opzione ovviamente e io ve la consiglio caldamente se avete bambini piccoli che possono stancarsi facilmente data la strada in pendenza di 1,5 km circa.
Nel 1868 il “re delle favole” Ludwig II ha deciso di edificare il castello delle favole per eccellenza, il castello di Neuschwanstein.
Il paesaggio circostante è magnifico, immerso nei boschi bavaresi, in ambiente montano e posto su un’altura che domina il bellissimo lago Alpsee. E’ impossibile sia per gli adulti che per i bambini non rimanere a bocca aperta. Ma la cosa che più colpisce i piccoli viaggiatori è la forma che ha questo castello e il motivo è semplice… Il mitico Walt Disney,  ha preso Neuschwanstein come modello per il castello del film “La bella addormentata nel bosco” e proprio questo castello è anche rappresentato in tutti i parchi Disney del mondo. Non c’è da meravigliarsi se appena si arriva ai suoi piedi i bambini esclamino “il castello di Walt Disney!!!”. Ed è impossibile non sentirsi catapultati in una fiaba una volta che ci si trova immersi nella sua atmosfera.

Le parti visitabili sono cosi particolari e strane che non sono visibili in nessun altro posto al mondo. Ludwig II era davvero avanti con le idee, era un visionario, schivo, solitario re che spaziava con la fantasia e la metteva in opera. Il castello era all’avanguardia nelle tecnologie rispetto all’epoca e dotato di numerosi comfort. Non c’è niente che ha dell’ordinario. Per progettare questo castello il re Ludwig aveva chiesto l’aiuto di uno scenografo invece che di un architetto: tutto è eccessivo, sfarzoso e studiato all’inverosimile, un palcoscenico in cui ricreare il mondo della mitologia tedesca attraverso le opere di Wagner.
Rimarrete incantati dalla bizantina sala del trono, potrete ammirare il mobilio del soggiorno reale, la camera da letto, una finta grotta, la bellissima sala dei cantori con dipinti ispirati a Parsifal. Sala dopo sala vi farete un’idea di questo re un po’ matto ma al tempo stesso cosi avanti per la sua epoca, un sognatore senza tempo.







Andechs
Adagiato sopra a una collina, in questo sperduto paesino della Baviera si erge il Monastero Benedettino di Andechs.
Non tutti i visitatori giungono qui per ritirarsi in preghiera. 
I più sono attratti dalla tradizione benedettina nella fabbricazione della birra. Ancora oggi, all'interno del monastero, la produzione è gestita dai frati i quali si tramandano la ricetta dal 1451
Vale la visita per un pranzo a base dei classici wurstel annaffiati dalla loro birra, talmente buona che non ho fatto foto ;)

Il castello di Nymphenburg, oggi inglobato nella città di Monaco, fino al 1918 era una delle principali residenze estive dei Wittelsbach
Detto "castello delle Ninfe", è un palazzo in stile barocco a Monaco di Baviera, Germania. Il palazzo, al centro di un vasto parco alla francese,
è molto bello sia da visitare al suo interno, ma i suoi giardini meritano una passeggiata fino al chiostro "segreto" immerso nel verde dove bere una tazza di caffè







Bamberga, Bamberg in tedesco, piccola città della parte nord della Baviera, un gioiellino da incluedere nella vostra visita, una piccola Venezia del nord sul fiume Regnitz.
Noi non l'avevamo programmata ma abbiamo cambiato i programmi lungo il corso della vacanza, rinunciando a visitare così Herrenchiemsee, castello sulla falsa copia di quello di Versailles.
La città ha una forte impronta medioevale e girare per le sue stradine scoprendo viuzze e case a graticcio, quelle con le travi di legno sulla facciata per capirci. Bellissimo l’antico palazzo del comune situato su di un’isoletta proprio in mezzo al fiume, impossibile non fermarsi sul ponte per una foto, da vedere anche in città il duomo, incredibilmente imponente.
Una visita al giardino delle rose, sito proprio davanti al duomo, che si affaccia sui tetti della città è uno spettacolo unico nel periodo di fioritura delle rose.
I bambini non potranno che apprezzare questa città che assomiglia a quelle delle favole, i ponti, le case antiche, per poi rifocillarsi in ristoranti tipici.









Norimberga La seconda città di Baviera, Norimberga, non siamo riusciti a visitarla ma torneremo presto per scoprirla e visitare la cittadina e il suo meraviglioso centro storico racchiuso tra le mura e lo Spielzeugmuseum, il museo del giocattolo e il DB Museum, il museo di Norimberga dedicato al mondo dei treni e delle ferrovie. In questa città della Baviera, infatti, fu inaugurato il sistema ferroviario tedesco nel 1835.



Dove dormire? / Sosta Camper
Noi abbiamo scelto una soluzione alternativa al solito viaggiare, abbiamo noleggiato un furgone camperizzato sul sito IndieCampers. 
Un furgone attrezzato come un camper ma più maneggevole e veloce di quest'ultimo.
Sicuramente più piccolo ma molto confortevole, è stato soprattutto divertente viaggiare in questo modo insolito con la nostra piccola che si è divertita molto a viaggiare sulla Casa Furgone come la chiamava lei. Dove fermarsi? Premetto che i campeggiatori in Baviera sono ben accetti, pertanto chi sceglie di muoversi in camper/van/furgone camperizzato e tutte le soluzioni che necessitano di soste attrezzate non faranno fatica a trovare un campeggio o un’area di sosta moderna e ben tenuta.
Dal classico campeggio a pagamento ad aree attrezzate "libere", noi abbiamo usato l'app "Area di sosta", molto utile anche per il fatto che consente di scaricare le mappe delle regioni/stati interessati in offline in modo tale da non rimanere mai "a piedi".



COSA MANGIARE Il nostro tour della Baviera non può concludersi senza aver assaggiato l’ottima cucina bavarese. Ogni regione ha i suoi prodotti tipici: in Algovia l‘arrosto è servito con gli Spätzle, in Baviera Orientale con gli Knödel (gnocchi giganti), in Franconia con gli gnocchi ripieni di pane. A Monaco la salsiccia Weißwurst, Norimberga e Ratisbona hanno un altro tipo di salsicce: il Bratwurst arrosto. Ricordatevi di seguire i Totem colorati per trovare i beer garden, locali caratteristici che non hanno mai deluso le nostre aspettative 😏








Foto Scattate con Canon PowerShot G9X
Share:

Nessun commento

Posta un commento

© PursesintheKitchen | All rights reserved.
Blogger Template by pipdig